«

»

dic 15

Bruno Durrer

Purtroppo il Dr. Bruno Durrer padre della “Scala Svizera dell’ipotermia” ci ha lasciato. Di seguito un breve ricordo del Dr. Beppe Savary (già presidente SISSI).
Caro Bruno, te ne sei andato – non dal freddo dei ghiacciai del massicio della Jungfrau ma dal caldo del mare indonesiano e ci hai lasciati tutti senza  poter più domandarti preziosi consigli, sostegno e solidarietà.
Rainer Maria Rilke diceva che la morte è grande, che siamo suoi, sorridenti e quando pensiamo di trovarci nel mezzo della vita, ella osa piangere in mezzo a noi.
L’hai incontrata – come io – tante volte, la Morte e quante volte sei riuscito a mandarla via.
Quando si è presentata per te – senza aver preso prima un appuntamento – ti ha portato via con lei.
Quello che ci hai insegnato sul soccorso medico in montagna, sulle vittime di valanghe e del freddo, non lo faremo più con te, lo faremo per i nostri pazienti, ma anche per  te, un po’ anche al tuo posto.
Grazie Bruno per  tutto quello che hai fatto per i tuoi pazienti ma anche per i nostri.
Ti auguro quello che uno dei miei pazienti, Max Frisch, che amava la montagna, scrisse in “Homo Faber” – homo faber che eri pure tu – e che citava nel 1984 per i neodiplomati medici dell’università di Zurigo, di “aufgehen im Licht” di essere eterno, essere   stato.
Buon viaggio caro amico Bruno
un (altro) “big elephant” – come sembra ci chiamino i giovani – bp