↑ Return to Chi siamo

Statuto SISSI

I. Denominazione, sede e scopo

Art. 1 Nome, generalità, sede

Sotto la ragione sociale Società Italo-Svizzera Studi Ipotermia (S.I.S.S.I.) è costituita nel Canton Ticino un’associazione retta dal presente statuto e dagli art. 60 e segg. CCS.
L’Associazione ha sede presso lo studio medico:
Motti Dr. Alessandro
via Lavizzari 2a
6900 Lugano

Art. 2 Scopo

L’Associazione ha lo scopo di promuovere la divulgazione degli studi scientifici e la conoscenza dell’ipotermia umana in tutti gli ambiti della medicina e dell’assistenza infermieristica.

La S.I.S.S.I. è una associazione apolitica, apartitica a aconfessionale, senza fini di lucro, costituita da liberi cittadini Italiani e Svizzeri operanti come medici e infermieri nel campo della scienza medica e infermieristica.
Gli intenti fondativi della S.I.S.S.I. sono:

  • Lo studio e l’approfondimento delle problematiche cliniche ed organizzative connesse all’ipotermia accidentale ed indotta in Medicina d’Emergenza ed in generale nella pratica Medica Polispecialistica.
  • La raccolta e l’inquadramento organico delle conoscenze relative alla problematica ipotermica, che appare, per sua peculiare tematica, materia non esaurientemente eviscerata nel campo del sapere medico generale.
  • L’unione di differenti figure professionali mediche ed infermieristiche, egualmente esperte nello studio e nella gestione sul campo dei pazienti ipotermici le quali, benché caratterizzate da differenti profili professionali, sono ugualmente motivate e unite nello studio e nella tutela delle nozioni e delle conoscenza relative all’ipotermia accidentale e terapeutica.
  • La costituzione di un punto di riferimento scientifico che possa essere una valida sponda per tutti i sanitari, siano essi medici o infermieri, che desiderano approfondire la problematica ipotermica.

I mezzi tramite i quali la S.I.S.S.I. si propone di raggiungere gli obiettivi sopracitati sono:

  • L’organizzazione di Workshop, Corsi e Convegni scientifici multidisciplinari accreditati, aventi come tema l’ipotermia accidentale e terapeutica, gestiti da docenti con provata esperienza nel campo della tematica ipotermica.
  • La produzione di lavori scientifici sperimentali e di ricerca, aventi come tema l’ipotermia accidentale e terapeutica, con particolare e significativo riferimento alla ricerca di elementi di novità e di modernità delle pratiche cliniche da applicare ai pazienti ipotermici.
  • Lo scambio continuo e costante di informazioni con i centri ospedalieri esperti nella gestione dei pazienti ipotermici, anche con stages formativi presso tali centri, al fine di mantenere costantemente aggiornate le competenze del gruppo.

Contestualmente all’atto fondativo, i Soci si impegnano a mantenere, durante il periodo della loro permanenza all’interno della S.I.S.S.I., un elevato livello di aggiornamento relativo alla problematica del paziente ipotermico. L’associazione opererà favorendo in ogni modo l’aggiornamento professionale dei Soci.

II. Soci

Art. 3 Partecipazione

  1. Possono essere membri ordinari dell’Associazione Medici, Infermieri, Tecnici Perfusionisti, Soccoritori e membri del Soccorso Alpino titolari di laurea, diploma o abilitazione ufficialmente riconosciuti in Svizzera e nella Comunità Europea.
  2. Sono membri straordinari coloro che agiscono nella società per realizzarne lo scopo, pur non avendo le condizioni di cui al paragrafo precedente. Essi non hanno diritto di voto all’Assemblea generale e non possono, di principio, essere eletti nel Comitato, ma beneficiano comunque, per il resto, delle stesse prerogative dei membri ordinari.
  3. Sono membri onorari coloro che per meriti particolari sono Soci ammessi dall’Assemblea generale su proposta del Comitato.

Art. 4 Ammissioni

Per diventare membro, gli aspiranti Soci devono presentare domanda scritta al Comitato.

Il Comitato decide l’ammissione di un membro ordinario e straordinario, l’Assemblea generale decide l’ammissione di un Socio onorario.

Art. 5 Dimissioni

Il Socio può dimettersi in ogni momento, anche con effetto immediato, comunicando per iscritto le dimissioni al Presidente.

La quota sociale dell’anno in corso dovrà comunque essere pienamente pagata senza possibilità di rimborso.

Art. 6 Esclusione

A richiesta del Comitato, l’Assemblea generale può decidere l’esclusione di un membro, che deve essere informato per lo meno due settimane prima dell’Assemblea per poter preparare la sua difesa.
La relativa proposta deve essere iscritta all’ordine del giorno della successiva riunione dell’Assemblea generale.

III. Organizzazione

Art. 7 Organi della società

Gli organi dell’Associazione sono:

  1. l’Assemblea generale
  2. il Comitato
  3. la Commissione di revisione dei conti

A. L’Assemblea generale

Art. 8 Definizione e Presidenza

L’Assemblea generale è l’organo supremo dell’Associazione ed è composta da tutti i membri ordinari. I membri straordinari sono invitati a partecipare all’Assemblea generale e possono prendervi la parola.

Essa è diretta dal Presidente o da un membro del Comitato.

Art. 9 Competenze

L’Assemblea generale ha in particolare i seguenti compiti:
a. elegge il Comitato e la Commissione di revisione dei conti
b. approva i conti e il bilancio annuale
c. accetta il programma delle attività
d. approva l’ammontare della quota sociale proposta dal Comitato
e. adotta e modifica gli statuti
f. dà scarico al Comitato e alla Commissione di revisione dei conti
g. decide lo scioglimento dell’Associazione
h. decide l’espulsione di un socio
i. decide l’ammissione di un Socio onorario

 

L’Assemblea generale ha inoltre tutte le competenze che non sono espressamente delegate ad un altro organo.

Art. 10 Convocazioni, trattande

L’Assemblea dei soci si riunisce in via ordinaria almeno una volta all’anno e può aver luogo sia in Svizzera che in Italia.

 

La convocazione avviene per mail ai soci almeno 30 giorni prima del termine fissato per l’adunanza. La convocazione è accompagnata dall’elenco delle trattande, dei conti e del bilancio annuo.

 

Un’Assemblea straordinaria viene convocata su richiesta:

 

a) del Comitato stesso
b) di almeno metà dei soci ordinari
c) dei revisori dei conti

 

Le assemblee straordinarie sono convocate con un preavviso di almeno 15 giorni lavorativi.

 

L’Assemblea non può prendere decisioni su argomenti e trattande non previste dall’ordine del giorno.

Art. 11 Deliberazioni, Quorum di Presenza

L’Assemblea è regolarmente costituita alla presenza della metà più uno dei soci ordinari e delibera a maggioranza relativa dei presenti, salvo le eccezioni previste dal presente statuto.

 

Qualora il quorum di presenza non dovesse essere raggiunto, l’Assemblea è
automaticamente riconvocata dopo 15 minuti dall’ora prevista per la seduta. In tal caso l’Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero dei presenti.

 

Per le delibere sulle modifiche statutarie, in particolare lo scioglimento dell’Associazione è necessaria una maggioranza dei 2/3 dei soci ordinari presenti.

Art. 12 Aventi diritto di voto

All’Assemblea generale ha diritto di voto ogni Socio ordinario.

 

Ogni Socio avente diritto di voto possiede 1 (uno) voto.

 

Non sono ammesse deleghe o rappresentanze.

B. Il Comitato

Art. 13 Composizione, elezione

Il Comitato è composto da 6 membri. Tutti i membri sono rieleggibili, ma auspicabile per un massimo di due volte consecutive. Al suo interno il Comitato designa il Presidente, il Segretario e il Cassiere. In caso di votazioni all’interno del Comitato, il voto del Presidente vale doppio.

I membri del Comitato sono eletti per 2 anni dall’Assemblea generale tra i soci ordinari; tuttavia, su proposta del Comitato e a titolo eccezionale, pure i soci straordinari possono essere eletti dal Comitato per compiere, in funzione delle loro conoscenze professionali, delle attività specifiche.

 

Il Comitato deve comprendere fra i suoi membri, nella misura del possibile, tre medici e tre infermieri.

Art. 14 Competenze

Il Comitato è l’organo esecutivo dell’Associazione e ha le seguenti competenze:

 

  1. ammette nuovi soci e sottopone all’Assemblea generale la proposta di esclusione di un socio
  2. esegue le decisioni dell’Assemblea generale
  3. rappresenta l’Associazione
  4. prende ogni decisione necessaria al buon funzionamento dell’Associazione

Art. 15 Rappresentanza

L’Associazione è vincolata legalmente dalla firma collettiva a due del Presidente con il Segretario o con il Cassiere.

Art. 16 Convocazioni

Il Comitato è convocato dal Presidente almeno 3 volte all’anno e quando lo ritiene opportuno il Presidente o lo richiedono almeno 1/3 dei membri.

 

Il Comitato può deliberare alla presenza di almeno 4 membri che sono soci ordinari.

 

Le decisioni sono prese a maggioranza assoluta dei presenti.

 

A parità di voti decide il Presidente.

 

C. Commissione di revisione dei conti

Art. 17 Competenze, Nomine

La Commissione di revisione dei conti si compone di 2 membri. I revisori dei conti sono eletti contemporaneamente al Comitato del quale non ne fanno parte. I revisori possono anche non essere membri dell’Associazione.

 

Essi verificano i conti annuali e la tenuta dei registri dell’Associazione e presentano il loro rapporto ad ogni Assemblea annuale ordinaria dell’Associazione.

 

L’Assemblea può revocare in ogni tempo per gravi motivi gli organi da lei nominati. Ove il Comitato non convochi entro 15 giorni un‘Assemblea straordinaria debitamente richiesta, essa potrà essere convocata dai revisori.

IV. Finanze

Art. 18 Bilancio

L’esercizio annuale comincia il 1. gennaio e finisce il 31 dicembre di ogni anno. Il primo esercizio comincia con la costituzione dell’Associazione e durerà fino al 31 dicembre 2011.

 

Art. 19 Quote sociali

Ogni socio fondatore, versa all’atto costitutivo della società la quota di 100 Euro per la creazione di un fondo cassa per le spese iniziali e non rimborsabili in alcun modo. Ogni Socio ordinario e straordinario deve pagare una quota annuale che verrà decisa dall’Assemblea generale. I membri onorari sono esenti dal pagamento della quota annuale.

 

La quota sociale deve essere versata entro il 31 gennaio di ogni anno, il primo anno sarà di 30 Euro.

Art. 20 Risorse

L’attività sociale viene finanziata:

  1. con la quota sociale;
  2. con gli introiti dell’attività sociale;
  3. con eventuali offerte, donazioni, lasciti e contributi di privati;
  4. con eventuali contributi pubblici;
  5. con il ricavato di manifestazioni o operazioni pubblicitarie che l’Associazione può organizzare a tale scopo.

Art. 21 Gestione

Non esiste alcun diritto di rimborso della quota, né alla partecipazione al riparto dei beni dell’Associazione. Ciò vale anche in caso di dimissioni e di esclusione. L’eccedente dell’esercizio va versato al fondo di riserva.

Art. 22 Responsabilità

Ogni responsabilità personale dei soci per i debiti sociali è esclusa.

 

VI: Informazioni

Art. 23 Convocazioni e comunicazioni

Convocazioni e comunicazioni avvengono per e-mail ai soci.

V. Fine dell’Associazione

Art. 24 Scioglimento

La società può decidere il suo scioglimento in ogni momento.

Art. 25 Liquidazione del patrimonio sociale

La liquidazione del patrimonio sociale, in caso di scioglimento, compete al Comitato. Il patrimonio che rimane dopo l’estinzione di tutti i debiti sarà devoluta a scopi benefici.
Questo statuto è stato approvato all’unanimità dall’Assemblea Generale dei Soci Fondatori costituita oggi 25.03.2011.

 

Scarica versione pdf dello statuto